Mondo Nautica/Navigazione

Segnali Sonori
1 Marzo 2015 ore 00:00

Segnali Sonori

Le norme di circolazione impongono la conoscenza e l’impiego delle segnalazioni sonore e luminose per le manovre, per l’avvertimento in caso di visibilità ridotta e per richiamare l’attenzione, ma sono pochi coloro che si attengono a queste norme.
Marco Sassu

Accade sempre più di frequente di vedere a bordo delle imbarcazioni che navigano nelle acque portuali gesticolare con ampi movimenti di braccia e udire fischi “alla Trapattoni” per richiamare l’attenzione di qualcuno o per avvisare che si è inserita la retromarcia. Questo articolo vuole richiamare l’attenzione dei comandanti delle unità da diporto sulle norme contenute nel Regolamento per prevenire gli abbordi in mare e che, nella Parte D (Segnali sonori e luminosi), alle Regole 32, 33, 34, 35, 36 e 37, stabiliscono le modalità di impiego di tali segnali. La prima regola stabilisce, assieme alla definizione di “fischio”, quelle delle parole “suono breve” e “suono prolungato”. Ricordiamo che un suono breve ha la durata di circa un secondo, mentre il fischio prolungato ha una durata variabile tra quattro e sei secondi.

Continua a leggere sul giornale...

Le nostre riviste

Gennaio 2022
Copertina del magazine di Gennaio 2022
Dicembre 2022
Copertina del magazine di Dicembre 2022

Eventi

Prossimo evento

Dal 3 Dicembre 2022 ore 14:00 al 4 Dicembre 2022 ore 04:00