Mondo Pesca/Pescasub

Passione e... Mestiere
5 Giugno 2018 ore 10:02

Passione e... Mestiere

Trasformare la propria passione in mestiere è una fortuna che non capita a tutti. Molti pescatori ci hanno provato ma solo alcuni ci sono riusciti. E’ il caso di Sergio Oggiano, il re dell’Anglona.
Alberto Belfiori

Il pescatore in apnea rappresenta l’unica categoria di sportivi che si misura con la natura in un elemento non usuale: l’acqua, salata e in profondità. Il subacqueo appartiene quindi a una categoria elitaria, responsabile, per la quale è importante la cura del fisico e il rispetto assoluto di alcune norme in materia di sicurezza. In questa nostra panoramica nel mondo più blu abbiamo incontrato alcuni personaggi di riconosciuta capacità che in un verso o nell’altro si sono distinti e che, per la massa, rappresentano la Sardegna. In questo appuntamento ci spostiamo al nord, precisamente a Santa Maria Coghinas, una località molto nota, anche alle migliaia di surfisti sardi e continentali, che da tanti anni ospita un vero professionista: Sergio Oggiano, classe 1969, scorpione (come Pelè, Maradona e Gigi Riva), originario di Sassari e trapiantato nella piccola cittadina dell’Anglona praticamente da sempre. La vicinanza al mare ha certamente favorito il legame con l’acqua diventato presto indissolubile come l’amore per la pesca in apnea, sbociato quando il giovanotto ancora non sapeva nuotare. Un colpo di fulmine si potrebbe dire, visto che il salino non era aria di famiglia giacché quest’ultima vantava da generazioni un rapporto privilegiato e scoppiettante con il verde del cisto e del ginepro. Ma un inizio preciso Sergio lo ricorda benissimo. Tutto è nato grazie a un amico, anche lui molto giovane, che gli ha presentato una maschera e due pinne. “Da quel momento non c’è stata storia. “A 16 anni ero un felice possessore di arma pneumatica: il mitico Mares Medisten, simbolo della pesca in apnea di quegli anni. Agli inizi, per resistere al freddo d’inverno, mi sono arrangiato con mute di fortuna, adattate alla meglio perché avanzi di parenti e amici adulti.” Ma Sergio ricorda benissimo anche le gite estive con la mamma a Isola Rossa, uno sfogo vero e proprio per una passione incontenibile che allora trovava piena soddisfazione per la ricchezza della fauna.
Continua a leggeere sul giornale...

Le nostre riviste

Maggio 2017
Copertina del magazine di Maggio 2017
Giugno 2018
Copertina del magazine di Giugno 2018

Eventi

Prossimo evento

Dal 24 Giugno 2018 ore 05:00 al 24 Giugno 2018 ore 15:00